IL FUTURO E’ IN SICILIA. Parole di un emigrante al contrario.

 

Cinque anni fa decisi di trasferirmi a Modica.
Cercavo luce e spazio, un sole caldo, il mare vicino, il silenzio vicino.
Cercavo, in altre parole, bellezza e un tempo dilatato per goderne.

Avevo 34 anni.
Lasciai tutto, tanto o poco che fosse.
Fu una scelta naturale, quasi necessaria.

In quest’angolo di Sicilia ho trovato una dimensione autentica, dove è ancora possibile prendere le distanze dalle distorsioni dell’ “evoluta” società dei consumi.
Una dimensione più vicina a bisogni primari e alla natura sociale dell’essere umano.
Una dimensione in cui potersi concedere il più grande lusso dell’uomo moderno: prendersi il giusto tempo e godere di ogni piccola cosa.

La Sicilia è una terra dove si può godere del lento scorrere del tempo ma è anche una terra di grandi opportunità imprenditoriali.

Il 3 febbraio del 2011 nacque Sabadì.
Passati 3 anni posso testimoniare che fare impresa in Sicilia è possibile e che esistono qui opportunità che al nord non esistono più.
Nelle filiere della trasformazione dei prodotti della terra e nei prodotti alimentari tipici esiste una ricchezza inestimabile e mal sfruttata da valorizzare.
Esiste qui uno straordinario patrimonio di biodiversità, cultura e tradizione che aspetta di essere guardato con occhi diversi, valorizzato con competenza e lungimiranza.

Agli imprenditori o aspiranti tali questa terra può offrire grandi opportunità e agevolazioni ma può offrire soprattutto il contesto ideale per migliorare la qualità della propria vita, per godere del proprio tempo, per vivere una vita più vicina ai ritmi naturali dell’uomo e più lontana del circolo vizioso della massimizzazione del profitto fine a se stesso.

Nell’era della crescita forzata e dei bisogni indotti le risorse scarse sono (e lo saranno sempre di più in prospettiva) lo spazio e il tempo.

In Sicilia investire in spazio e tempo non è un utopia.
Il futuro è qui.